La ‘caverna delle anime perdute’: la surreale discarica sotterranea nell’ex miniera di ardesia

Se non fosse per i rifiuti che la riempiono, questa sarebbe una miniera come tante e invece è diventata negli anni una discarica surreale. Si trova nella zona di Ceredigion/Gwynedd, nel Galles, e nel corso dei decenni si è letteralmente trasformata a causa di vecchi veicoli, televisori, frigoriferi e oggetti domestici scaricati dagli abitanti. Era più comodo gettare tutto lì, in quel buco invisibile fra le montagne, anziché disfarsene correttamente.

La zona è conosciuta per le numerose cave di ardesia, oggi tutte abbandonate per via dell’esaurimento dei loro prodotti, e torna a far parlare di sé proprio per la miniera più allucinante del mondo, quella di Gaewern, aperta a inizio ‘800 e rimasta attiva fino al 1960, per poi essere definitivamente chiusa e riempita di rifiuti.

Finché alcuni esploratori urbani non l’hanno scoperta alcuni anni fa, fotografando lo scempio. Centinaia di autovetture arrugginite, oggetti perduti, elettrodomestici abbandonati, che le sono valsi il soprannome di “caverna delle anime perdute“.

In tanti l’hanno immortalata nel corso del tempo, tra cui Behind Close Doors Urban Exploration, di cui abbiamo selezionato alcuni degli scatti più belli e allucinanti. Da brividi!

Caverna delle anime perdute caverna discarica miniera discarica miniera discarica

Caverna anime perdute Caverna di rifiuti

Ti potrebbe interessare anche:

Laura De Rosa

Photo Credit: Behind Closed Doors, Urban Exploration

L'articolo La ‘caverna delle anime perdute’: la surreale discarica sotterranea nell’ex miniera di ardesia proviene da GreenMe.it.

Precedente A scuola di clima: Italia primo paese al mondo a introdurre la sostenibilità come materia scolastica Successivo Torna Scirarindi: il festival della Sardegna virtuosa e naturale