XLANCE, la fibra per costumi inattacabile dal cloro

Carvico lancia il nuovo tessuto che rivoluzionerà il mondo dello swimwear in termini di resistenza al cloro, vestibilità, comfort e stile Made in Italy. Performance, innovazione ed ecosostenibilità per i mondi swimwear e sportswear.

BioEcoGeo_XLANCE-ECO-Carvico

 

In casa Carvico, azienda tessile italiana specializzata nella produzione di tessuti tecnici per l’abbigliamento, è tempo di novità: i tessuti XLANCE che coniugano la tecnologia unica della fibra elastomerica XLANCE® ad una selezione di fibre eccezionali ed ecosostenibili, vengono ora impiegati anche nel mondo dello swimwear e sportswear.

Caratteristica principale di questa nuova fibra è la sua resistenza totale al cloro, uno dei maggiori fattori di degrado e perdita di performance e vestibilità dei costumi da bagno, ma anche la resistenza ai danni creati dalle creme e oli solari e la protezione dai raggi UV con fattore di protezione UPF 50+.

«Innovare è molto importante, anche e soprattutto in tempi difficili come questo» afferma Simona Osio, direttore commerciale di Carvico mentre racconta il lancio di Xlance World.

Attenzione verso l’ambiente

La fibra elastomerica XLANCE® è prodotta senza l’utilizzo di solventi e può essere termofissata a temperature più basse rispetto ai tessuti realizzati con l’elastomero standard, con conseguente riduzione di emissioni di CO₂ e risparmio energetico. XLANCE® è stata usata in mischia con fibre ecosostenibili: ECONYL® (per XLANCE ECO), filo di Nylon 100% rigenerato da materiali di scarto pre e post consumer come reti da pesca, fluff dei tappeti e tulle rigido e un filo di poliestere rigenerato dalle bottiglie di plastica PET (per XLANCE PLAY).

Leggi anche Ghostfishing: da problema invisibile a risorsa

L’azienda bergamasca è nota da tempo per l’utilizzo di tessuti ecosostenibili ispirati ai valori del riuso, del riciclo e del rispetto della natura. Il suo impegno nei confronti dell’ambiente è serio e strutturato grazie alle politiche ambientali innovative del progetto Nature’s Voice che garantiscono una filiera di produzione sostenibile dall’inizio alla fine del processo produttivo (in piena sintonia con i canoni dell’economia circolare).

L'articolo XLANCE, la fibra per costumi inattacabile dal cloro sembra essere il primo su BioEcoGeo.

Precedente Misofobia, la paura ossessiva della sporcizia: così diventiamo tutti più ansiosi Successivo Orto a luglio: seminate carote e radicchio, raccogliete le melanzane